Sachjot Kaur e Don Conreaux

Con l’antico potere del Suono e del Silenzio, si accede in modo semplice e naturale alle risorse interiori più profonde.

Il Gong è lo strumento più antico e risonante che si conosca, che gli sciamani usavano già 4000 anni fa per il suo potere straordinario di trasformazione.

 Il suo suono non lascia mai indifferenti, tocca corde profonde, produce una gamma di suoni armonici e sovratoni (un suono fondamentale dal quale si dipartono altri più acuti che sono in relazione armonica tra loro) con una sonorità che perdura per lungo tempo spandendosi per tutto l’ambiente, cambiandone la vibrazione. Ascoltarlo  è un’occasione unica per riequilibrare le energie che compongono la totalità della nostra persona, perché anche noi, come tutto l’universo, siamo fatti di vibrazioni.

Il maestro che ha ideato, diffuso e sperimentato in tutto il mondo la pratica dei Bagni di Gong o Gong Terapia e da cui la stessa Sachjot Kaur  è stata "iniziata" a questa particolare disciplina si chiama Don Conreaux, è americano ed è considerato il più famoso Gong Master contemporaneo, nonché esperto di Kriya Yoga. A sua volta, Conreaux è stato iniziato da Yogi Bhajan, il maestro indiano che ha portato a conoscenza del mondo occidentale, negli anni 70, le pratiche meditative del Kundalini Yoga, appannaggio per secoli dei soli Sikh indiani.

Il Bagno armonico di Gong, è un metodo per ritrovare l’armonia e per prendersi cura di corpo, mente e anima.

Non c’è acqua e non si indossa costume da bagno, ma il termine ‘bagno’ è abbinato al gong, perché il suo suono è particolarmente avvolgente, pieno, penetrante, che riempie tutto lo spazio che trova intorno in modo quasi tangibile dando, appunto, una sensazione di ‘immersione’ a chi ascolta.

Tutti noi siamo composti di frequenze sonore impercettibili che ci tengono uniti, ma cambiano quando il respiro si altera per stress o per malattia. Il Gong riesce a entrare in ogni piccola cellula, stimolandola a ritrovare la sua giusta sintonia con il resto del corpo.

Quando ascoltiamo il suono del Gong ricordiamo inconsciamente la beatitudine e la sicurezza di quei momenti passati nella pancia della mamma. Il tempo dello sviluppo del feto nel grembo della madre è il tempo di una meditazione specifica, guidata dal suono che riempie le membrane dell'utero. Possiamo paragonare questo suono speciale con il suono del Gong, entrambi sono profondamente calmanti.

La nostra mente si quieta negli stati alfa theta e delta e si accelerano processi di riparazione del DNA.  Si crea lo stato di armonia perfetta tra corpo, emozioni, mente e spirito.

Il suono sapientemente va a lavorare dove c’è bisogno in modo diverso su ognuno, seguendo le leggi fisiche della risonanza e più impariamo a lasciarci andare più entriamo in contatto con ciò che è pronto per noi, così che possiamo imparare ad accoglierlo e integrarlo in un processo naturale di autoguarigione.

Ogni organo del nostro corpo vibra su una frequenza diversa dalle altre e imparando a riconoscere quali sono queste frequenze, si può intervenire dall’esterno, per curare gli organi grazie alla risonanza.

Il concetto di base di questa teoria è, dunque, questo: quando stiamo bene, tutte le parti del corpo suonano insieme, seguendo una stessa frequenza; se stiamo male, si produce una stonatura e percepiamo un disagio. La vibrazione di questi antichi strumenti è in grado di individuare la stonatura e di riaccordare l’organo che l’ha prodotta, per ristabilire l’equilibrio.

Attraverso la pratica dei Bagni di Gong  comprendiamo e viviamo una esperienza fatta di vibrazioni armoniche e suoni ancestrali che si diffondono in ogni nostra singola cellula, facendoci entrare in contatto con i nostri stati fisici, emotivi e spirituali più profondi, per ristabilire la nostra frequenza madre.

Ciò accade perché, come abbiamo già detto il  corpo umano è un insieme di vibrazioni e di onde.

Durante il "Bagno di Gong", che può essere effettuato su di una singola persona o in coppia o verso più persone in gruppo, si sta seduti oppure ci si sdraia comodamente in abbigliamento confortevole, sopra un tappetino, avvolti in una coperta per aumentare ulteriormente il comfort e ci si abbandona al suono.

Unitamente ai Gong vengono utilizzate anche campane tibetante, Koshi, cimbali, campanelli shanti,  bastoni della pioggia, conchiglie ed altri strumenti ancestrali,  il suono  può variare per ritmo e intensità e può essere accompagnato anche dall'ascolto di mantra e dolci nenie.

Ogni bagno di Suono, è come vivere un sogno lucido, dove ogni elemento che ostacola la tua serenità viene dolcemente rimosso, così che tu possa perseguire e godere il meraviglioso viaggio della tua vita in tranquillità e benessere. E’ l’esperienza ideale e completa per comprendere ciò che sta minando la tua felicità e rimuoverlo senza sforzo alcuno.

Il suono del Gong ci accompagna in un viaggio dentro noi stessi, dove un mondo molto più vasto di quello che c'è fuori aspetta di essere scoperto e valorizzato. E’ un viaggio nel nostro mondo interiore, un mondo, in molti casi, destinato a rimanere inesplorato. È nel nostro modo interiore che risiede la nostra vera natura e, con essa, la nostra possibilità di essere felici. Se non andremo a conoscerlo, vivremo solo a metà. Quindi iniziamo ad esplorare i nostri paesaggi interiori e, con essi, le nostre risorse nascoste, i nostri talenti inespressi, i nostri desideri più profondi, la nostra infinita saggezza e le nostre potenti capacità di autoguarigione.

Durante ogni bagno di Suono tutto diventa fonte di benessere, riuscirai a guardare diversamente anche i tuoi blocchi, perché scoprirai il modo di dissolverli.

E’ una esperienza di meditazione profonda che sorge spontaneamente grazie anche alle potenti vibrazioni di Gong planetari, che consentono al nostro cervello di emettere onde cerebrali di bassa frequenza per accedere a stati non ordinari di coscienza.

Durante il bagno di suono infatti,  le nostre frequenze cerebrali passano dallo stato di coscienza lucida "Beta" allo stato di calma "Alfa", fino agli stati “Delta” e "Theta" definiti di connessione divina, permettendoci di sognare quando ancora siamo vigili.

I Gong planetari sono accordati sui toni dei pianeti del sistema solare, armonizzano tutto il corpo ed ognuno agisce in particolare su determinati centri energetici e organi del corpo, proprio per la correlazione che lo vede unito al pianeta corrispondente risuonandone in tutti gli aspetti. La vibrazione dei Gong, che si esprime in termini di frequenze Hertz, interagisce con ogni singola cellula vivente del nostro essere, così come con quelle dell'intero sistema ambientale, elevandone lo stato della coscienza. Sarà questa la condizione che porterà a percepire immediatamente quella sensazione di benessere e, addirittura, dove vi siano situazioni di malessere fisico caratterizzato da dolori locali, questa straordinaria vibrazione riporta la memoria cellulare a quella condizione di salute che si aveva prima del processo di somatizzazione.

Durante il Bagno di Gong, la nostra mente è libera di viaggiare oltre i confini del tempo e dello spazio ordinario, le vibrazioni prodotte hanno un effetto rigenerante per il corpo ed armonizzante per la mente.

Una seduta di gong può portare anche a farci provare il cosiddetto "viaggio astrale”.

Questa è' un'esperienza di tipo straordinario, a cui non tutti arrivano.

Si tratta di un processo delicato per la nostra emotività: per questo è meglio essere in compagnia di un gong master esperto.

Difficile descriverne le sensazioni a parole: immaginate che la coscienza si "veda " al di fuori del proprio corpo, consapevole di esserlo.

La prima fase di questo viaggio incomincia col nostro io non-corporeo che vaga per le stanze e gli spazi limitrofi a dove sta fisicamente il corpo. In fasi avanzate si può addirittura arrivare a contatto con la dimensione universale.

Il bagno di Suono è come un profumo, non si può descrivere pienamente con le parole, ma solo percepire direttamente.

Ma quali sono i benefici di un Bagno di Gong?

il Bagno di Suoni favorisce:  Quiete e Riposo; Rilassamento; Recupero Energetico;  Rinforza il Sistema Immunitario;  Stimola i Processi di Autoguarigione naturali

Il suono del Gong trasforma rapidamente e profondamente ogni tipo di blocco psicofisico, ci porta alla consapevolezza della coscienza senza corpo, ci apre alla pienezza dell'energia vitale, rafforza l'intuizione e ci libera dalla paura della morte.

E’ utile per alleviare lo stress, migliorare l’umore, combattere la depressione e l’insonnia e ridurre le fobie. Questo è possibile perché  il suono riesce a raggiungere parti del cervello che le parole non riescono a toccare.

Si perde il senso del tempo e dello spazio. La nostra mente si quieta negli stati alfa theta e delta e si accelerano processi di riparazione del DNA. Nello stato meditativo del sogno lucido vengono accelerati i processi di rigenerazione e di ringiovanimento. L'ego personale raggiunge lo stato neutro. Si crea lo stato di armonia perfetta tra corpo, emozioni, mente e spirito. Questa forza straordinaria si manifesta perché i toni emessi dal gong risuonano continuamente creando note sempre nuove.

Il Bagno di Gong è particolarmente indicato per migliorare e risolvere condizioni di:

stress da iperattività, ansia, fobie e nevrosi ; Depressione;  Ipersensibilità e vulnerabilità emotiva; Chiusura, sofferenza cronica, isolamento;  Aggressività, possessività e competitività.

Nel caso in cui la persona sia stata o sia sottoposta a cure mediche pesanti e invasive quali: medicine, radiazioni, chemioterapia, il Bagno di Gong costituisce un valido aiuto per la riduzione degli esiti collaterali dei farmaci.

Gli effetti benefici, oltre alla riduzione del dolore, riguarderanno l'aumento del tono muscolare, dell'umore, del sistema immunitario e dell'energia generale del fisico con la diretta conseguenza di una maggiore serenità di vita.

Sono sempre più numerosi gli studi e le esperienze che attestano l'utilità dei Bagni di Suono con gli anziani, soprattutto se vivono l'ultima parte della loro vita in istituto. E' solitamente proprio nelle strutture residenziali che i pazienti geriatrici hanno l'opportunità di iniziare un percorso preventivo/terapeutico con il suono, che diventa aiuto e sostegno psicologico per l'anziano, che spesso vive il ricovero con forte disagio fisico ed emotivo.  Questa modalità può essere praticata come adiuvante nel trattamento del Parkinson, dell'Alzheimer, ma anche nell'ansia e nella depressione. Inoltre, può aiutare a recuperare la perdita del linguaggio in pazienti con afasia conseguente a ictus cerebrale.

I bagni di Gong sono usati anche per aiutare i bambini con problemi di sviluppo e i bambini autistici.

Alcuni ricercatori hanno visto, inoltre, che alcuni suoni riescono ad alterare la forma e la velocità di creazione dei globuli bianchi, per cui  rafforzano il sistema immunitario e anche altre parti del corpo.

La pratica dei Bagni di Gong o Suonoterapia è una tecnica di recentissima introduzione in Italia, ma già largamente diffusa e molto apprezzata in tutta l'Europa centro-nord, in Australia e negli Stati Uniti, che può fornire un grande aiuto alla stabilizzazione emotiva ed al conseguimento di un profondo stato di benessere.

La malattia è una forma di disarmonia… Ma se ricerchi l’ armonia nella tua vita, l’ armonia nel tuo corpo e l’armonia nel tuo mondo, ritrovi la tua armonia interiore, che esiste in ciascuno di noi. E quando impari ad accedervi l’intera tua esistenza incomincia miracolosamente a trasformarsi.